ZONE 10. LA POSTA IN GIOCO

La fiction italiana, l'Italia nella fiction. Anno diciannovesimo

di Milly Buonanno 


La posta in gioco presenta i risultati della diciannovesima annualità della ricerca “La fiction italiana/L’Italia nella fiction”, realizzata dall’Osservatorio sulla Fiction Italiana” (OFI).La stagione 2006-2007 segna l’inizio di una fase di abbondanza per la fiction italiana: l’offerta di prodotto domestico – che nel 1995-1996 si attestava intorno alle 130 ore – si è estesa progressivamente arrivando oggi a sfiorare, per la prima volta, le 800 ore. L’abbondanza implica un potenziale fattore di rischio, quello di un sovraffollamento dell’offerta, ma rappresenta anche, e soprattutto, una risorsa importante: contiene infatti in sé le condizioni per introdurre elementi di novità e diversificazione nel paesaggio, ancora poco variegato, della fiction nazionale. Come da tradizione, il primo capitolo del rapporto (Convergenze e diversificazioni) presenta una dettagliata ricostruzione degli andamenti di produzione, offerta e consumo di fiction italiana. Il contributo su L’Italia nella fiction. Aria serena e brava gente. La provincia italiana nella dramedy dei carabinieri è dedicato alle serie sui carabinieri, declinazione tutta italiana del genere poliziesco. È poi la volta del saggio Due eroi in punta di piedi contro il politicamente corretto, in cui vengono analizzate le due fiction di maggior successo della stagione: Papa Luciani. Il sorriso di Dio e Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra. A uno dei generi più classici della serialità televisiva è dedicato Dalla parte del paziente. L’hospital italiano, che propone un’analisi dell’hospital italiano alla luce delle convenzioni del genere, dal punto di vista sia del formato sia delle rappresentazioni. Un ulteriore contributo di approfondimento (Lo sviluppo delle storie: la funzione dello story editing) prende in esame la funzione di controllo editoriale e di supervisione del processo di scrittura così come si è evoluta nel contesto dell’industria televisiva italiana. La focus section analizza due fenomeni emergenti della stagione di fiction. Sitcom.
Lo stato dell’arte fa il punto sulla produzione di un genere tradizionalmente debole della fiction italiana ma che negli ultimissimi anni sta mostrando incoraggianti segnali di vitalità; La fiction di attualità propone invece la lettura, formale e di contenuto, di una serie di titoli fra i più significativi della stagione (Il figlio della luna, Il padre delle spose, Il pirata. Marco Pantani e Nassiriya) differenti per genere e argomenti affrontanti, ma accomunati dalla volontà di utilizzare la narrazione per mettere in scena e rielaborare in forma riflessiva temi e avviamenti attuali e di forte rilevanza sociale. La seconda parte del volume raccoglie le schede critiche di tutti i programmi di fiction italiana trasmessi in prima visione da Rai e Mediaset nel corso della stagione.

di

La posta in gioco presenta i risultati della diciannovesima annualità della ricerca “La fiction italiana/L’Italia nella fiction”, realizzata dall’Osservatorio sulla Fiction Italiana” (OFI).La stagione 2006-2007 segna l’inizio di una fase di abbondanza per la fiction italiana: l’offerta di prodotto domestico – che nel 1995-1996 si attestava intorno alle 130 ore – si è estesa progressivamente arrivando oggi a sfiorare, per la prima volta, le 800 ore. L’abbondanza implica un potenziale fattore di rischio, quello di un sovraffollamento dell’offerta, ma rappresenta anche, e soprattutto, una risorsa importante: contiene infatti in sé le condizioni per introdurre elementi di novità e diversificazione nel paesaggio, ancora poco variegato, della fiction nazionale. Come da tradizione, il primo capitolo del rapporto (Convergenze e diversificazioni) presenta una dettagliata ricostruzione degli andamenti di produzione, offerta e consumo di fiction italiana. Il contributo su L’Italia nella fiction. Aria serena e brava gente. La provincia italiana nella dramedy dei carabinieri è dedicato alle serie sui carabinieri, declinazione tutta italiana del genere poliziesco. È poi la volta del saggio Due eroi in punta di piedi contro il politicamente corretto, in cui vengono analizzate le due fiction di maggior successo della stagione: Papa Luciani. Il sorriso di Dio e Giovanni Falcone, l’uomo che sfidò Cosa Nostra. A uno dei generi più classici della serialità televisiva è dedicato Dalla parte del paziente. L’hospital italiano, che propone un’analisi dell’hospital italiano alla luce delle convenzioni del genere, dal punto di vista sia del formato sia delle rappresentazioni. Un ulteriore contributo di approfondimento (Lo sviluppo delle storie: la funzione dello story editing) prende in esame la funzione di controllo editoriale e di supervisione del processo di scrittura così come si è evoluta nel contesto dell’industria televisiva italiana. La focus section analizza due fenomeni emergenti della stagione di fiction. Sitcom.
Lo stato dell’arte fa il punto sulla produzione di un genere tradizionalmente debole della fiction italiana ma che negli ultimissimi anni sta mostrando incoraggianti segnali di vitalità; La fiction di attualità propone invece la lettura, formale e di contenuto, di una serie di titoli fra i più significativi della stagione (Il figlio della luna, Il padre delle spose, Il pirata. Marco Pantani e Nassiriya) differenti per genere e argomenti affrontanti, ma accomunati dalla volontà di utilizzare la narrazione per mettere in scena e rielaborare in forma riflessiva temi e avviamenti attuali e di forte rilevanza sociale. La seconda parte del volume raccoglie le schede critiche di tutti i programmi di fiction italiana trasmessi in prima visione da Rai e Mediaset nel corso della stagione.

Disponibile in

Brossura

Genere Zone – Collana di studi e ricerche sui media
Edizione 2008
Listino € 22,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook