Zone 03. KAROL WOJTYLA , UN PONTEFICE IN DIRETTA

Sfida e incanto nel rapporto tra Giovanni Paolo II e la tv - a cura

di Giuseppe Mazza 


Giovanni Paolo II, uomo, papa, evento: è suo il mito, sua la profezia, sua la forza e le debolezza che nell’era contemporanea hanno rivoluzionato la comunicazione della fede, cercando una vera e propria fede nella comunicazione. Questo volume vuole celebrare Giovanni Paolo II, il papa e l’evento, la persona e (se mai lo fosse stato) il personaggio. Vuole celebrarlo, raccogliendo a ormai più di un anno dalla sua scomparsa i frutti preziosi di un convegno che ne ha voluto “raccontare” la complessa personalità, imperturbabilmente autentica sotto i riflettori dei media., “audacemente” a proprio agio nella cornice dei piccoli e dei grandi schermi. Giovanni Paolo II e la televisione: quale ricezione, quale fedeltà, quale insegnamento, quali domande aperte? Questi e altri i quesiti affrontati durante il convegno Evento religioso, evento televisivo: Giovanni Paolo II, svoltosi a Roma, presso la Pontificia Università Gregoriana, il 6 e 7 aprile 2006. In due giornate di studio e di ricerca è stato ripercorso il cammino dell’esaltante ma complesso connubio tra papa Wojtyla e i media, con speciale riferimento alla televisione. Il presente volume prosegue nel medesimo intento, celebrando il Wojtyla  “registrato” dalla televisione, accolto (o non accolto) dalle telecamere, letto e riletto nelle estenuanti ma seguitissime dirette che hanno accompagnato eventi, riti solenni e “festive” ferialità che l’amato pontefice sapeva offrire con naturalezza disarmante all’occhio insaziabile dei media. Vi scrivono accademici, studiosi e docenti di comunicazione, operatori e produttori dei media, esponenti del mondo della televisione, registi e giornalisti, critici e testimoni. I contributi, vari per lunghezza, stile, densità, intensità, carattere e natura, disegnano una partita complessa, attenta a non trascurare nessuna di quelle voci che un discorso “plurale” su un così lungo pontificato avrebbe richiesto. Wojtyla ha contribuito a negoziare per la sua Chiesa uno spazio di presenza in un mondo sempre più affacciato verso una policentrica costellazione di significati e di valori: era davvero il minimo poter offrire alla sua memoria il tributo di una cordialità altrettanto vivace, aperta e variegata. È ciò che in questo libro abbiamo inteso proporre.

di

Giovanni Paolo II, uomo, papa, evento: è suo il mito, sua la profezia, sua la forza e le debolezza che nell’era contemporanea hanno rivoluzionato la comunicazione della fede, cercando una vera e propria fede nella comunicazione. Questo volume vuole celebrare Giovanni Paolo II, il papa e l’evento, la persona e (se mai lo fosse stato) il personaggio. Vuole celebrarlo, raccogliendo a ormai più di un anno dalla sua scomparsa i frutti preziosi di un convegno che ne ha voluto “raccontare” la complessa personalità, imperturbabilmente autentica sotto i riflettori dei media., “audacemente” a proprio agio nella cornice dei piccoli e dei grandi schermi. Giovanni Paolo II e la televisione: quale ricezione, quale fedeltà, quale insegnamento, quali domande aperte? Questi e altri i quesiti affrontati durante il convegno Evento religioso, evento televisivo: Giovanni Paolo II, svoltosi a Roma, presso la Pontificia Università Gregoriana, il 6 e 7 aprile 2006. In due giornate di studio e di ricerca è stato ripercorso il cammino dell’esaltante ma complesso connubio tra papa Wojtyla e i media, con speciale riferimento alla televisione. Il presente volume prosegue nel medesimo intento, celebrando il Wojtyla  “registrato” dalla televisione, accolto (o non accolto) dalle telecamere, letto e riletto nelle estenuanti ma seguitissime dirette che hanno accompagnato eventi, riti solenni e “festive” ferialità che l’amato pontefice sapeva offrire con naturalezza disarmante all’occhio insaziabile dei media. Vi scrivono accademici, studiosi e docenti di comunicazione, operatori e produttori dei media, esponenti del mondo della televisione, registi e giornalisti, critici e testimoni. I contributi, vari per lunghezza, stile, densità, intensità, carattere e natura, disegnano una partita complessa, attenta a non trascurare nessuna di quelle voci che un discorso “plurale” su un così lungo pontificato avrebbe richiesto. Wojtyla ha contribuito a negoziare per la sua Chiesa uno spazio di presenza in un mondo sempre più affacciato verso una policentrica costellazione di significati e di valori: era davvero il minimo poter offrire alla sua memoria il tributo di una cordialità altrettanto vivace, aperta e variegata. È ciò che in questo libro abbiamo inteso proporre.

Disponibile in

Brossura

Genere Zone – Collana di studi e ricerche sui media
Edizione 2006
Listino € 20,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook