Padre Pio

La sua voce, la sua storia

di Filippo Anastasi 


Il racconto si snoda attraverso le voci, le testimonianze, i documenti, con un doppio percorso, quello sonoro su cd e quello scritto su libro che riporta anche il testo degli interventi audio. La prima voce, la più straordinaria, è proprio quella di Padre Pio nell’unica intervista fatta nella sua cella pochi mesi prima della morte. Un documento unico, prezioso, tratto dalla nastroteca di Radio Rai. Il santo da’ segni di stupore per il registratore, parla di se stesso, benedice gli ascoltatori. È l’unica volta che lo si sente parlare fuori dalla liturgia. Da li parte un racconto su due percorsi: il cammino della vita, del carattere, dei fenomeni e della spiritualità di Padre Pio e quello tortuoso e meno noto, quasi dimenticato, dell’ostracismo, delle persecuzioni che Padre Pio ebbe a subire da parte della Chiesa e alcuni Papi. Filo conduttore di questa storia è un’intervista a uno dei figli spirituali del Frate di Pietrelcina Giovanni Gigliozzi, voce storica della Radio. Intorno a questo racconto, pieno di aneddoti e verità sconosciuti, si intrecciano le rare testimonianze dello scultore Francesco Messina, dell’attore Carlo Campanini, di Beniamino Gigli, del prof. Francesco Lotti, di fra’ Modestino Fucci, di p. Carlo Cremona, di storici, scrittori, della guarita Wanda Poltawska e dei miracolati Consiglia Di Martino e Matteo Pio Colella. E inoltre il carteggio tra il vescovo Wojtyla e Padre Pio, una lettera al presidente della Repubblica Segni e tanti, tanti altri frammenti di storie che ne fanno una grande storia dell’intero secolo. A introdurre, intervistare, raccontare è Filippo Anastasi, ideatore e conduttore di Oggi 2000, il settimanale della domenica di Radio Uno, da cui sono stati tratti gran parte degli interventi sonori.

di

Il racconto si snoda attraverso le voci, le testimonianze, i documenti, con un doppio percorso, quello sonoro su cd e quello scritto su libro che riporta anche il testo degli interventi audio. La prima voce, la più straordinaria, è proprio quella di Padre Pio nell’unica intervista fatta nella sua cella pochi mesi prima della morte. Un documento unico, prezioso, tratto dalla nastroteca di Radio Rai. Il santo da’ segni di stupore per il registratore, parla di se stesso, benedice gli ascoltatori. È l’unica volta che lo si sente parlare fuori dalla liturgia. Da li parte un racconto su due percorsi: il cammino della vita, del carattere, dei fenomeni e della spiritualità di Padre Pio e quello tortuoso e meno noto, quasi dimenticato, dell’ostracismo, delle persecuzioni che Padre Pio ebbe a subire da parte della Chiesa e alcuni Papi. Filo conduttore di questa storia è un’intervista a uno dei figli spirituali del Frate di Pietrelcina Giovanni Gigliozzi, voce storica della Radio. Intorno a questo racconto, pieno di aneddoti e verità sconosciuti, si intrecciano le rare testimonianze dello scultore Francesco Messina, dell’attore Carlo Campanini, di Beniamino Gigli, del prof. Francesco Lotti, di fra’ Modestino Fucci, di p. Carlo Cremona, di storici, scrittori, della guarita Wanda Poltawska e dei miracolati Consiglia Di Martino e Matteo Pio Colella. E inoltre il carteggio tra il vescovo Wojtyla e Padre Pio, una lettera al presidente della Repubblica Segni e tanti, tanti altri frammenti di storie che ne fanno una grande storia dell’intero secolo. A introdurre, intervistare, raccontare è Filippo Anastasi, ideatore e conduttore di Oggi 2000, il settimanale della domenica di Radio Uno, da cui sono stati tratti gran parte degli interventi sonori.

Disponibile in

Brossura

Genere Coedizioni
Edizione 2009
Listino € 21,00
  • Disponibile
  • Acquista

Brossura

eBook